Via Cagliari, 1 - 09090 Simala (OR)
Tel +39 0783 97208 - 0783 97209 - Fax +39 0783 97216
MAIL protocollo@comune.simala.or.it - PEC protocollo@pec.comune.simala.or.it
CF. 80030370953        P.IVA 00355190950
avvisi protezione civile
ai alla sezione prescrizioni antincendio 2017
ultime novità del'ufficio servizi sociali
Ospitalità
         
Rassegna stampa
Calendario eventi
Bussola della trasparenza

Il Servizio elettorale - FAQ - Domande frequenti

 
 
Mi sono trasferita/o da poco in questo Comune, cosa devo fare per essere iscritta/o nelle liste elettorali?
Nulla l’iscrizione avviene d’ufficio.
 
Qual è l'età e quali requisiti sono necessari per poter avere diritto al voto?
Formano l'elettorato attivo tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il 18° anno di età e non si trovino in alcuna dellecondizioni previste dall'art. 2 del T.U. n. 23/1967, ovvero coloro che sono "elettori".
Per essere elettore occorre:
  • essere cittadino italiano;
  • aver compiuto il 18° anno di età;
  • non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative per l'iscrizione nelle liste elettorali.
Sono residente in un altro Comune, mi trovo a Simala : posso votare qui?
Si vota esclusivamente nel Comune di iscrizioneliste elettorali esclusi i casi: ricoverati in ospedale , in luogo di cura o detenzione o appartenenti a Forze armate con specifica autorizzazione del Comando.
 
Sono un elettore, iscritto nelle liste elettorali del Comune, ma residente all’estero. Come posso fare per esercitare il diritto di voto?
Per le elezioni amministrative, provinciali e regionali: l’elettore dovrà rientrare nel Comune nelle cui liste elettorali è iscritto e recarsi al seggio con latessera elettorale.
 
Per le elezioni politiche e referendum: l’elettore ha due possibilità: votare all’estero, per posta tramite il Consolato oppure entro i termini stabiliti comunicare al Consolato la volontà di votare in Italia. Per i residenti in alcuni Paesi (non attrezzati per il voto per corrispondenza) è obbligatorio il rientro in Italia.
 
Per le elezioni europee: l’elettore che risiede in un Paese dell’Unione Europea ha tre possibilità: votare all’estero presso il Consolato Italiano per i Rappresentanti Italiani; votare all’estero per i Rappresentanti del Paese di residenza; votare nel Comune nelle cui liste elettorali è iscritto presso il seggio con la tessera elettorale L’elettore che risiede in un Paese non appartenente all’Unione Europea dovrà rientrare nel Comune nelle cui liste elettorali è iscritto e recarsi al seggio con la tessera elettorale.
 
.
Quando viene ritirata la tessera elettorale?
La tessera elettorale è ritirata qualora il titolare perda il diritto di voto ai sensi della normativa vigente. Il ritiro è effettuato, a curadel comune, previa notifica all'interessato della relativa comunicazione contenente gli specifici motivi che ostano al godimento dell'elettorato attivo: la tesseraritirata è conservata nel fascicolo personale dell'elettore.
 
Nel caso di ricovero presso un ospedale o un luogo di cura come posso esercitare il diritto di voto?
La normativa attualmente vigente prevede che in occasione di tutte le consultazioni elettorali o referendarie, i degenti in ospedali e case dicura siano ammessi a votare nel luogo ove si trovano ricoverati. Gli interessati devono far pervenire, al Sindacodel comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, una dichiarazione che attesti la volontà di esercitare il diritto di voto presso l'ospedale o la casa di cura [sempreché in tale struttura sia prevista la possibilità di esercitare tale diritto ovvero sia prevista una tipologia di seggio denominato "speciale"] entro e non oltre il terzo giorno antecedente la data della votazione. La dichiarazione deve indicare il numero della sezione alla quale l'elettore è assegnato (dato rinvenibile dalla tessera elettorale), deve recare in calce l'attestazione del direttore sanitario del luogo di cura, comprovante ilricovero dell'elettore pressola struttura sanitaria. Successivamente verrà trasmessa, a cura del Sindaco, l'apposita attestazione che i degenti dovranno utilizzare per l'ammissione al voto, unitamente all'esibizione della tessera elettorale
 
In quali casi posso essere aiutato adesercitare il mio diritto di voto?
Elettori portatori di handicap grave.
Sono da considerarsi elettori fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità ovvero gli elettoriportatori di handicap sempre che gli stessi siano impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto. Detti elettori possono esprimere il voto con l'assistenza di un elettore dellapropria famiglia o, in mancanza, con l'assistenza di un altro elettore che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nelle liste elettorali del Comune. L'impedimento, quando non sia evidente, potrà essere dimostrato mediante esibizione di apposito certificato rilasciato, immediatamente, gratuitamente e in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche, dal funzionario medico designato dai competenti organi Dell'Azienda per i servizi sanitari. Detto certificato medico deve attestare che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore. Con la recente modifica di legge è caduto il vincolo che imponeva di scegliere tra parenti o cittadini risiedenti nello stesso comune il proprio accompagnatore ampliandone la facoltà di scelta: il cittadino disabile potràscegliere liberamente da chi farsi accompagnare in cabina elettorale al momento del voto;potranno farsi accompagnare anche da persone residenti in altri comuni d'Italia.
 
La citata legge n. 17/2003, prevede, altresì, che l'annotazione del diritto di voto assistito possa essere inserita - su richiesta dell'interessato e corredata da apposita documentazione - a cura del Comune di iscrizione elettoralemediante apposizionedi un corrispondente simbolo o codice sulla propria tessera elettorale nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di riservatezza personale e, questa facoltà consentirà agli interessati di essere ammessi al voto evitando di presentare il certificato medico ad ogni tornata elettorale.
 
 
Come posso attestare la partecipazione al voto?
Mediante l'esibizione della tessera elettorale.
In occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria, uno scrutatore, appone nell'apposito spazio della tessera elettoraleil timbro della sezione e la data della consultazione. 
 
Non riesco a trovare la tessera elettorale, che devo fare?
E’ possibile richiederla direttamente all’Ufficio Elettorale compilando il modello di dichiarazione sostitutiva di smarrimento della tessera elettorale.
 
Che succede quando finiscono i 18 spazi relativi alla certificazione del voto?
L’elettore deve richiedere un’altra tessera elettorale , l’ufficio elettorale comunale si limita al controllo dell’effettivo esaurimento degli spazi.
 
Sono gravemente impedito, posso votare a domicilio?
Gli elettori che si trovano in condizionidi dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali o sono intrasportabili in quanto affetti da gravissime infermità possono richiedere di votare presso il domicilio. L’istanza deve essere inoltrata, non oltre il quindicesimo giorno antecedente la data delle Elezioni al Sindaco presentando
apposita documentazione, tramite persona incaricata. La richiesta di voto domiciliare deve essere ripresentata per ogniConsultazione Elettorale.
 
Che cosa devo fare per essere scrutatore alle prossime elezioni?
La domanda per l’inclusione nell’Albo degli Scrutatori deve essere presentata nel Comune di iscrizione liste elettorali direttamente dall’interessato (o da terzi/a mezzo posta/via fax o per mail allegando fotocopia del documento diriconoscimento dell’interessato) dal 01 ottobre al 30 novembre di qualsiasi anno, il modulo lo si può scaricare dal sito del comune di Simala nella sezione modulistica _ demografici – elettorale; 
 
Sono iscritto nell’albo scrutatori da diverso tempo, ma non mi hanno mai chiamato: come funziona la nomina degli scrutatori?
La legge 270 del 21/12/2005 prevede che la Commissione Elettorale Comunale, composta di Consiglieri comunali, proceda alla nomina degli scrutatori per ogni sezione elettorale del Comune, scegliendoli tra gli iscritti nell’albo e alla formazione di una graduatoria di ulteriori nominativi per sostituire gli eventuali rinunciatari.
 
Come posso essere cancellatodall’Albo dei Presidenti?
La gestione dell’Albo dei Presidenti è esclusiva competenza della Corte d’Appello presso il Tribunale.
 
Mi trovo nominato giudice popolare senza aver mai fatto la domanda, come può essere?
La normativa prevede che tutti gli elettori in possesso dei requisiti possano essere inseriti d’Ufficio negli Albi dei GiudiciPopolari; nel caso in cui non lo fossero possono presentare richiesta di inclusione.
 
Come posso essere cancellato dagli Albi dei Giudici Popolari?
La cancellazione definitiva non è prevista, soloper gravi e comprovati motivi di salute è consentita la rinuncia all’incarico.